“Avevo fame e mi avete dato da mangiare…”
“Avevo sete e mi avete dato da bere….”
“Ero nudo e mi avete vestito…”
“Ero forestiero e mi avete ospitato…”.

A quattro mesi dall’inaugurazione del 2 maggio presentiamo un primo bilancio dell’attività del nostro Centro di Ascolto Parrocchiale e lo facciamo riportando numeri e cifre, chiedendo però alla sensibilità del lettore di saper vedere, dietro l’aridità dei numeri, la sofferenza di chi vive condizioni di disagio e di emarginazione.
Intorno a queste situazioni di sofferenza i volontari della Caritas Parrocchiale si sono stretti numerosi cercando di farsi prossimo impegnandosi a prestare le proprie attenzioni, il proprio tempo.
In questi quattro mesi 28 famiglie hanno bussato alla porta della “Casa Dono della Provvidenza” ed hanno potuto trovare, nel rispetto delle procedure stabilite dall’organismo Caritas nazionale, “accoglienza” ed “ascolto”: di queste, 15 appartengono a nostri connazionali, 9 sono di nazionalità marocchina, 2 di nazionalità tunisina, 1 di nazionalità indiana ed 1 di nazionalità rumena; a ciascuno, nel rispetto delle norme sulla privacy e secondo il proprio documentato stato di necessità, la Caritas Parrocchiale ha provveduto assegnando 57 borse alimentari e 16 borse di abbigliamento.
Il nostro Centro di Ascolto è intervenuto a saldo di bollette insolute in 5 occasioni, per 15 famiglie in situazioni di bisogno si è fatta carico di ottenere dalla “Fondazione Opera Pia Polenghi” contributi economici che si ripetono in 3 periodi nel corso dell’anno, ha attivato la procedura di richiesta al “Fondo di Solidarietà Diocesano” per 3 famiglie che hanno perso il lavoro, ottenendo un significativo contributo economico mensile per un periodo di 10 mesi.
A supporto del fondo diocesano, con il versamento di 10 € ogni primo lunedì del mese, la Caritas Parrocchiale ha dato avvio all’iniziativa “Famiglie In Rete” costituendo un Fondo di Solidarietà Parrocchiale per aiutare le famiglie che, nella grave contingenza economica, vivono condizioni di particolare disagio: nel mese di agosto sono stati raccolti 970 €.
Quanto fatto è stato reso possibile dalla collaborazione con le istituzioni, con la Caritas di Codogno e Diocesana, ma fondamentale si è rivelato il sostegno che ciascun parrocchiano, incarnando lo spirito del samaritano, ha saputo gratuitamente donare.


Photogallery