“Avevo fame e mi avete dato da mangiare…”
“Avevo sete e mi avete dato da bere….”
“Ero nudo e mi avete vestito…”
“Ero forestiero e mi avete ospitato…”.

La prima domenica di Avvento ci accosta al mistero del Natale: a noi credenti il Natale dice che Dio, in Gesù Cristo, per amore annienta se stesso e diventa piccolo e fragile, bisognoso di aiuto come coloro che, divenuti numerosi anche nella nostra comunità, vivono ogni giorno nella sofferenza per emarginazione, emigrazione, fame, freddo; condizioni che, con la perdita di ulteriori posti di lavoro, sono acuite dalla grave contingenza economica che ancora non invia significativi segnali di cambiamento.
Avevo fame e mi avete dato da mangiare…: la dispensa della “Casa Dono della Provvidenza” ed il “Fondo di Solidarietà Parrocchiale”, costituito nel mese di luglio con l’iniziativa “Famiglie In Rete”, hanno saputo far fronte alle numerose richieste di aiuto grazie alla ammirevole generosità di tutti ai quali vanno i più sinceri sentimenti di gratitudine della Caritas Parrocchiale.
Ora le scorte alimentari si stanno riducendo: il disagio del nostro vicino può trovare sollievo dal sostegno concreto di ciascuno perché nessuno debba sentirsi escluso dall’amore di Dio.
Nelle prossime quattro settimane d’Avvento nella chiesa Parrocchiale la Caritas esporrà i cestoni per la raccolta di prodotti alimentari e per l’igiene della persona secondo il seguente calendario:

SETTIMANA DA DOMENICA 28 NOVEMBRE A SABATO 4 DICEMBRE
Olio, latte a lunga cons., confettura, zucchero, miele, dado vegetale.
SETTIMANA DA DOMENICA 5 DICEMBRE A SABATO 11 DICEMBRE
Riso, formaggio, biscotti, farina, fette biscottate, caffè.
SETTIMANA DA DOMENICA 12 DICEMBRE A SABATO 18 DICEMBRE
Tonno, sgombri, pelati, sughi, piselli, lenticchie, ceci, fagioli, mais e scatolame in genere
SETTIMANA DA DOMENICA 19 DICEMBRE A VENERDI 24 DICEMBRE
Biscotti prima infanzia, omogeneizzati (solo di frutta e verdura), formaggini, detergenti per neonati, pannolini, carta igienica, sapone, detersivi per piatti

Si prega di evitare per il momento di offrire pasta
L’offerta di capi d’abbigliamento può continuare presso il Centro di Ascolto negli orari e giorni stabiliti.


Photogallery